Prosegue l’iter di conversione. Oggi il provvedimento è passato con la fiducia a Montecitorio (318 voti a favore, 231 contrari e 2 astenuti). Atteso il via libera definitivo al Senato la prossima settimana.

ECOBONUS 110% – Il passaggio alla Camera ha portato una serie di novità, in generale l’allargamento alle seconde case. La detrazione per gli interventi che rendano gli edifici più efficienti dal punto di vista energetico e più sicuri in caso di terremoti è stata estesa anche agli immobili del Terzo settore e alle seconde case, ad esclusione delle abitazioni di lusso, delle ville e dei castelli. Potranno invece usufruirne i proprietari delle villette a schiera, confermati i nuovi massimali (vedi nel dettaglio il precedente post “Ecobonus 110%: gli Aggiornamenti”).

AGENZIA DELLE ENTRATE – Atteso inizialmente entro il 19 di giugno 2020, sono stati posticipati i termini per l’emanazione del provvedimento dell’Agenzia. La nuova scadenza è entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di riconversione del DL Rilancio che dovrebbe essere licenziato dal Senato entro il 18 luglio pv., si presuppone quindi che sino a metà settembre – considerando la pausa estiva – gli addetti ai lavori non avranno le istruzioni operative per procedere alla richiesta dell’Ecobonus 110%, nonostante sia entrato in vigore il 1° luglio us. Rammentiamo che il provvedimento dell’Agenzia dovrà occuparsi di tutte le regole dello sconto in fattura e della cessione del credito, i due meccanismi che rendono conveniente l’agevolazione (cosa di non poco conto).

DECRETO ATTUATIVO DEL MiSE – Ulteriore elemento mancante, ed importantissimo, è il decreto attuativo del MiSE, che dovrà stabilire dettagliatamente: le procedure, i requisiti tecnici, i limiti di spesa e i sistemi di controllo per prevenire “illeciti”. Quanto sopra, entro 30 giorni della legge di riconversione del DL Rilancio.

Commenti: auspichiamo che si faccia presto, perché paradossalmente dalla data dell’annuncio della norma – che ha lo scopo di rilanciare le attività pertinenti all’area casa (edilizia, impianti, serramenti, ecc.) – i lavori di riqualificazione energetica già decisi prima del lockdown, sono stati bloccati dai cittadini creando quindi una situazione di stallo nelle imprese.

Saluti dal team di JPE2010

Scritto da Antonio Vrenna