Cessione del credito da ecobonus: primo contratto sulla piattaforma Ance-Deloitte

Trovati gli investitori per un progetto di riqualificazione di due condominii a Milano, che taglierà di oltre il 70% i consumi di 160 famiglie.

Primo contratto concluso con la piattaforma ANCE – Deloitte per un intervento di riqualificazione energetica profonda di importante entità.

Si tratta di un intervento progettato dall’impresa Teicos Group e attualmente in fase di realizzazione, su due condomini a Milano, che ospitano 160 famiglie e che avrà come partner EnelX .

La piattaforma di intermediazione è stata studiata dalla società di consulenza Deloitte in collaborazione con ANCE per agevolare la cessione del credito di imposta tra condòmini, imprese edili e grandi investitori per i progetti di riqualificazione energetica profonda ed è aperta alle sole imprese associate ANCE “per garantire agli stakeholders una forte affidabilità”, spiega una nota dell’associazione. Nel progetto è stata coinvolta anche ANACI, l’Associazione Nazionale Amministratori Condominiali, e Immobiliari, “per facilitare le comunicazioni con le realtà dei condomini.”

La possibilità di cedere l’ecobonus alle imprese che realizzano gli interventi, come sappiamo, è stata introdotta con la finanziaria del 2017, ma solo a maggio di quest’anno sono state chiarite, da parte dell’Agenzia delle Entrate, le modalità con le quali detta cessione deve avvenire. Il meccanismo permette ai condomini di affrontare interventi di riqualificazione profonda con una spesa diretta inferiore rispetto a normali interventi di manutenzione. A carico dei condomìni rimane infatti solo una percentuale ridotta dei costi di intervento (tra il 25 ed il 35%), mentre il resto viene pagato attraverso la cessione dei crediti fiscali.

“Per esprimere pienamente il potenziale di questa misura occorre però creare delle relazioni strette tra investitori interessati all’acquisto del credito di imposta, tipicamente le utilities, visto che il settore bancario è escluso per legge da questa possibilità, e le imprese specializzate nell’efficientamento energetico, che hanno le capacità tecniche e le conoscenze del mercato necessarie per promuovere interventi in ambito condominiale. Questo – spiega ANCE – è stato l’impegno della piattaforma ANCE-Deloitte che raccoglie proposte di efficientamento presentate dalle imprese ANCE e le mette in contatto con investitori interessati.”

Oltre all’aspetto finanziario, l’associazione sottolinea “la complessità” di integrare gli adempimenti richiesti dall’Agenzia delle Entrate per la cessione del credito con la contrattualistica propria di un appalto di lavori edili: “fondamentale in questo aspetto è stato il ruolo di Assimpredil ANCE Milano, Lodi, Monza e Brianza, a cui Teicos UE è direttamente associata.”

I progetti presentati da Teicos nella piattaforma ANCE – Deloitte, per cui è stato firmato il contratto di avvio dei cantieri, come detto sono due edifici residenziali nella città di Milano: uno sito in via Murillo (Municipio 7) e uno in via Benaco (Municipio 4). I due interventi di riqualificazione energetica profonda coinvolgono le abitazioni di 160 famiglie.

I condomìni, essendo siti nel Comune di Milano saranno ulteriormente agevolati per l’intervento grazie al finanziamento previsto dal bando comunale Be2, dedicato alla rimozione di caldaie a gas e interventi importanti di riqualificazione energetica.

Fonte: Qual’Energia

Saluti dal Team di JPE2010

Leave A Comment